DIRITTO ALL'OBLIO - COME ESERCITARLO ED OTTENERE LA RIMOZIONE DEL CONTENUTO E LA SUA INDICIZZAZIONE

E' vero, il GDPR (Acronimo inglese per il Regolamento Generale sulla Protezione dei dati) ha stabilito il diritto per tutti gli interessati di richiedere la rimozione di informazioni riguardanti la propria persona in ogni momento al titolare del trattamento.

Ci viene quindi riconosciuto il fondamentale diritto di difendere la nostra reputazione evitando che informazioni non corrette o comunque lesive possano causarci un danno.

Ma come possiamo concretamente esercitarlo?

Di seguito, troverai una breve guida che - nei casi più semplici - potrà aiutarti a chiedere ed ottenere la rimozione di contenuti presenti su siti web ed indicizzati su google. 

Per prima cosa, scrivi ad un indirizzo di contatto presente sul sito che ha pubblicato la notizia, l'informazione o il contenuto e  richiedine la rimozione. Non serve una forma specifica della comunicazione. Ti basta far riferimento alla volontà di esercitare il diritto all'oblio ai sensi dell'art. 17 del regolamento UE 679/16. 

Salvo che non vi siano impedimenti (e quindi nella stragrande maggioranza dei casi), riceverai in tempi brevi una risposta con cui Ti verrà comunicata l'avvenuta rimozione del contenuto.

Accertati dell'avvenuta eliminazione ricaricando il link della pagina web e verifica che, effettivamente, l'informazione di cui hai richiesto la cancellazione non ci sia più.

In caso affermativo, lancia una ricerca su google con parole chiavi che possano riguardare la pagina rimossa. Noterai che, sebbene la pagina non sia più esistente, è ancora indicizzata sul motore di ricerca e ciò può rappresentare un problema. 

Spesso infatti, la semplice presenza di un titolo di un articolo riferibile ad una persona può determinare un danno. 

Vai a questo indirizzo e troverai lo strumento di rimozione di contenuti obsoleti di google, attraverso il quale - semplicemente inserendo il link della pagina non più esistente - informerai il crawler di google in ordine all'avvenuta rimozione dello stesso. 

A questo punto, generalmente in un tempo massimo di 24 ore, anche il link verrà rimosso da Google eliminando dal web ogni riferimento all'esistenza dell'informazione.

Tutto qui? Ebbene si e funziona nella stragrande maggioranza dei casi. 

Esistono poi alcune ipotesi in cui la tutela del diritto all'oblio potrebbe essere oggetto di contestazione. 

In tali casi, la scelta migliore è farti aiutare da professionisti specializzati in diritto dei nuovi media.

Noi li abbiamo e sono tra i migliori. Per cui, qualora avessi bisogno, non perdere tempo e contattaci